avere una casa connessa

Avere una casa connessa e smart significa possedere oggetti intelligenti che aiutano nella gestione quotidiana delle azioni. Ma avere tanti smart device vuol dire anche possedere altrettante app da monitorare e utilizzare in caso di bisogno. Ecco, allora, che grazie all’idea innovativa di un gruppo di giovani ragazzi italiani, è nato Gideon, l’aggregatore di smart device. Si tratta di un’interfaccia che offre agli utenti la possibilità di connettere tra loro tutti gli smart device e farli comunicare. Un’idea davvero geniale che promette di rivoluzionare e rendere migliore il mondo dell’Internet of Things. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come funziona.

Un’app per avere la casa connessa con tutti gli smart device

Gideon si basa su una tecnologia in cloud. Non sono, quindi, necessari hardware aggiuntivi per monitorare e controllare la propria abitazione. Non importa se gli oggetti intelligenti presenti in casa siano di marche differenti, Gideon è un aggregatore multimarca, ed è proprio questo il suo punto di forza. Tramite Gideon potrete avere una casa connessa, controllabile da semplici e intuitive dashboard. Gli utilizzatori potranno così attivare o disattivare i differenti oggetti intelligenti con un semplice click sullo smartphone. Un’applicazione realmente utile e perfetta per ottimizzare il tempo e monitorare tutto da una sola interfaccia.
Grazie a Gideon, potrete verificare e azionare tramite una sola app, l’impianto di illuminazione, il termostato, le finestre, l’allarme, le videocamere e qualsiasi altro oggetto IoT presente in casa.

Una smart home davvero smart

Gideon è la soluzione perfetta per rendere davvero smart la propria abitazione. Ma c’è molto altro. Gideon è, infatti, in grado di compiere azioni sulla base dell’apprendimento. Esso offre la possibilità di automatizzare azioni di routine quotidiana attraverso l’esecuzione automatica di insiemi di scenari. Nel concreto, Gideon è in grado di memorizzare le azioni da compiere in base all’ambiente esterno, interno o alla presenza o meno di una persona. In base all’orario, per esempio, Gideon apprende l’azione da svolgere: aprire l’acqua della doccia, accendere o spegnere le luci, attivare o disattivare il termostato. Insomma, l’ambiente domestico sarà pronto alle vostre singole esigenze, in base alle esperienze e agli scenari appresi da Gideon.

Per avere una casa connessa, questo aggregatore intelligente, offre un livello di automazione superiore. Creando delle regole logiche basate sul se/allora, si avrà la possibilità di avere sempre tutto sotto controllo. Al verificarsi di un determinato scenario, per esempio, Gideon invierà sms o notifiche e inizierà a compiere comandi prestabiliti.

Avere una casa connessa e gestita intelligentemente

Oltre all’automazione, Gideon è stato progettato per concentrarsi sui consumi energetici. Esiste, infatti, un algoritmo per la gestione smart del riscaldamento e dell’impianto di illuminazione. Mediante l’opzione di Saving Mode, i device sono impostati per risparmiare quanta più energia possibile mediante piccoli accorgimenti. Ad esempio, spegnere tutto se non c’è nessuno in casa, regolare la luminosità delle luci a seconda della fascia oraria, evitare temperature estreme.

Gideon è un aggregatore multimarca. Questo significa che si connette con molteplici device. Curiosi di scoprire come rendere smart la vostra abitazione? Qui troverete numerosi dispositivi intelligenti per la smart home,

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here