incentivi per impresa
incentivi per impresa

Eccoci con l’ultimo degli articoli dedicati agli incentivi per impresa 4.0. Quest’oggi approfondiamo due opzioni che il Governo Italiano mette a disposizione di tutte le aziende che decidono di investire in innovazione e sviluppo. Prima di tutto una domanda fondamentale. Qual è lo scopo di questi incentivi? Ovviamente favorire la competitività del tessuto industriale nazionale.

Liberare le risorse: l’obiettivo degli incentivi per impresa 4.0

Investire nel futuro, nell’innovazione e nella tecnologia. È questa la strada che lo Stato italiano propone a tutte le imprese nazionali. Come? Riducendo la pressione fiscale per tutte le aziende che decidono di puntare sul futuro. Vediamo, quindi, nel dettaglio di cosa si tratta.

IRES

Aliquota IRES ridotta dal 27,5% al 24%. In linea con quella che è la tassazione prevista negli altri Paesi dell’Unione Europea.

IRI

Gli imprenditori individuali e i soci delle società di persone avranno la possibilità di scegliere un’unica aliquota IRI pari al 24% anziché essere soggetti alle attuali aliquote. Quest’ultime sono, infatti, variabili sino al 43%. Il 24% è applicato a tutto quel reddito d’impresa che rimane in azienda. Le altre somme, invece, sono normalmente tassate secondo la regolamentazione IRPEF. Tale opzione ha una durata pari a 5 anni, eventualmente rinnovabili al termine.

A questi due incentivi per impresa 4.0 si accede in fase di redazione di bilancio in modo automatico. Qual è, dunque, l’obiettivo di questo incentivo? Si tratta di una misura volta a incentivare le PMI a incrementare il patrimonio rendendo neutrale la tassazione dell’impresa.

Salario di produttività

Tra gli incentivi per impresa 4.0, l’ultimo che vogliamo presentare è il salario di produttività. Questo ha un triplice obiettivo.

– Promuovere la partecipazione organizzativa dei lavoratori

– Favorire l’incremento di produttività bilanciando positivamente gli aumenti di efficienza con gli aumenti salariali

– Privilegiare l’integrazione tra welfare aziendale e welfare pubblico

Come aderire

Per accedere all’incentivo del salario di produttività occorre, quindi,  stipulare specifici contratti aziendali.

recuperare la produttività CON L’AUMENTO DI SALARIO. ECCO COME FUNZIONA

Il salario di produttività consente di favorire di una tassazione vantaggiosa. Il 10% sui premi salariali legati all’aumento della produttività aziendale. Il limite di questo incentivo corrisponde a 3.000 euro. Anche il ricorso a servizi di previdenza complementare e sanitari, o a servizi educativi e di partecipazione azionaria da parte dei dipendenti, gode dell’agevolazione fiscale. Si tratta, quindi, di un’ottima occasione per investire e credere nell’innovazione.

Vuoi scoprire gli altri incentivi per impresa 4.0?  Leggi i nostri precedenti articoli!

Per maggiori dettagli e informazioni sugli incentivi per l’industria 4.0 ti rimandiamo al sito ufficiale del Ministero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here